mercoledì 19 ottobre 2011

.....PERCHE' "ALCHIMIA", E NON "SPIGNATTO"

Chiariamo innanzitutto il significato della parola Alchimia.


L'Alchimia, è una disciplina fisica e chimica, che implica un'esperienza di crescita ed un processo di liberazione e di salvezza dell'artefice dell'esperimento.


In quest'ottica la scienza alchemica viene sacralizzata e ricondotta ad un tipo di conoscenza metafisica e filosofica, assumendo connotati mistici e soteriologici, cosicché i processi e i simboli alchemici posseggano sovente un significato interiore, relativo allo sviluppo spirituale in connessione con quello prettamente materiale della trasformazione fisica.


Per comprendere l'alchimia, bisogna che si venga a considerare il fascino della conversione di una sostanza in un'altra, che appare, in una cultura senza alcuna conoscenza formale di fisica o chimica, come magia.


La "trasformazione" non è creazione; esiste già qualcosa di latente, il quale, con la trasformazione, prende forma.


E' troppo riduttivo orsù, definire "spignatti" ( o meglio dire "osservazioni empiriche"), questi esperimenti chimici e fisici, promossi dall'utilizzo di osservazioni in laboratorio di professori universitari, farmacisti, ingegneri chimici, fitoterapisti, erboristi e cosmetologi, che ci sono vicino e ci aiutano a capire, ai quali diciamo grazie.


Questo è tutto.......
E spero che adesso la parola "spignatto", la userete solo quando volete cucinare!!!!


Alice T.

7 commenti:

  1. Sono assolutamente d'accordo! :))

    RispondiElimina
  2. Io non do molta importanza a come vengono chiamate le cose. Spignatto, alchimia, preparati.. tutto ha un unico fine: la conoscenza del proprio corpo, la conoscenza della natura e il rispetto reciproco tra le due cose. Il resto sono solo parole e inutili pregiudizi.
    La parola alchimia poi fa venire in mente qualcosa di oscuro.. di complicato e misterioso. Spignatto invece ha in sé una connotazione familiare e alla portata di tutti, ed è questo che deve essere la cosmesi home-made, una cosa da conoscere bene ma che non vuole essere appannaggio di pochi.
    Deve essere una cambiamento e se è familiare è anche più facile da adottare ;)

    Vi seguo sempre!:)

    RispondiElimina
  3. Per me invece la parola spignatto è riduttiva, fin troppo, proprio perchè quando vedo trasformasi la materia davanti ai miei occhi...è quasi ...magia!!! Però ho compreso benissimo quello che vuoi dire, in qualsiasi modo la vogliamo chiamare, rimane senz'altro una bella passione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vi faccio presente però (come appassionata di pasticceria) che cucinare anche, e nel particolare preparare glasse, meringhe e paste varie, è una vera alchimia, altroché, che non ha niente da invidiare alla saponificazione... se si vuole essere precisi nel linguaggio bisogna tenerne conto ;) complimenti per il sito

      Elimina
  4. concordo... spignatto è sembra un sinonimo di "pasticciato" :)
    Decisamente più bella la pratica dell'Alchimia
    Morgana

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.