venerdì 16 dicembre 2011

CANDELA DA MASSAGGIO IN "SALSIERA" (Stefania C.)

FORMULA
Olio di cocco 3 gr
Burro di karitè 3 gr
Olio di mandorle dolci 2 gr
Cera di soia 27 gr

Sciogliere a bagnomaria le cere e gli oli, mescolare e mettere in un bicchierino con lo stoppino, se non riuscite a tenerlo fermo, bloccatelo con una molletta da biancheria sul bordo del bicchiere.
Uso:
Accendere la candela e quando si è sciolta un pò, versare qualche goccia sul palmo della mano e massaggiare.



BURRO DI KARITE'- Le proprieta' cicatrizzanti, emollienti, antiossidanti, lenitive, idratanti e riepitalizzanti fanno del Karite' un componente specifico per molti prodotti. La caratteristica esclusiva che lo rende davvero unico e' l'altissimo contenuto di insaponificabili, sostanze fondamentali per il miglioramento della tonicita' e dell'elasticita' della pelle. E’ un grasso saturo di origine vegetale dal forte potere ristrutturante e nutriente.
http://www.aroma-zone.com/aroma/beurres.asp
OLIO COCCO - Forte potere emolliente, idratante e nutriente; per queste sue caratteristiche risulta un ottimo rimedio contro la pelle secca, ideale sui capelli, non grassa.
http://www.aroma-zone.com/aroma/he_fra_vegetale.asp
OLIO MANDORLE - Questo nobile olio, tra i più protettivi ed emollienti, è un amico prezioso ed indispensabile per l'epidermide di tutto il corpo; contribuisce a ripristinare il film idro­lipidico di cui la pelle ha bisogno per essere tonica ed elastica; apporta un assiduo nutrimento all'epidermide, ed è un prezioso alleato nella prevenzione di rughe e rilassamenti cutanei.
CERA DI SOIA - La cera di soia è un ingrediente essenziale per fare le candele naturali. Si scioglie molto facilmente e il suo colore bianco permette di colorare le vostre candele. Le sue proprietà emollienti lo rendono un ingrediente di scelta per fare candele da massaggio , così come balsami da massaggi e burri.
http://www.aroma-zone.com/aroma/cires_et_gommes.asp

2 commenti:

  1. La cera d'api non va bene?? So che ha un punto di fusione più alto rispetto a quella di soia e quindi si rischia di scottarsi, ma con gli oli e i burri in teoria non si abbassa il livello di fusione??? :O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Drindrin,
      la cera d'api ha un punto di fusione suo, indipendentemente da dove si mette a fondere!

      *Ele*

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.