lunedì 28 gennaio 2013

FARE DEL BENE A NOI STESSI E ALL'ECO-SISTEMA

Fare del bene al nostro pianeta e dunque anche a noi stessi è più semplice di quanto sembri, basta soltanto prestare attenzione ad alcuni piccoli dettagli che possono fare la differenza. Dobbiamo entrare in un nuovo schema mentale che abbia come principi cardine: consumare di meno, consumare meglio, riciclare. I primi due punti sono di grande importanza non solo per il bene dell'ecosistema, ma anche per il nostro: consumando meno e meglio infatti si ottengono grandi vantaggi economici ( = spendiamo di meno), ci si riappropria della capacità di ragionare (ci si libera dalla schiavitù delle pubblicità e dei marchi, e si inizia a ragionare solo con la propria materia grigia), si acquista salute (questo vale soprattutto per i cibi e per i prodotti cosmetici). Insomma, a conti fatti, se nelle nostre scelte quotidiane ci preoccupiamo anche dell'ambiente a guadagnarci non sono soltanto i merluzzi in alto mare e gli orsetti nei boschi, ma anche noi stessi!
Ma, oltre a differenziare i rifiuti, cosa possiamo fare di concreto? Ecco qualche suggerimento:

- fare la lavatrice sempre a basse temperature (risparmiamo l'energia dello scaldabagno e spendiamo di meno con la bolletta), e magari anche utilizzando detersivi ecologici (es. il sapone alga, ecologico, costa 99 cent per 250 gr, messo a pezzetti nel cestello lascia i vostri panni puliti spendendo poco);

- riutilizzare l'acqua di lessatura di pasta, riso e verdure. Come? Per esempio per innaffiare le piante o per tirare lo sciacquone;

- ogni volta che ci è possibile, evitare di prendere l'automobile e preferire i mezzi pubblici, la bicicletta o... le nostre gambe! Risparmieremo sulla benzina, inquineremo di meno e bruceremo anche più calorie;

- quando si deve buttare un abito, prima di cestinarlo pensare ad un suo possibile riuso. Munitevi di ago e filo e vedete se riuscite a trasformare un bikini in una fascia per capelli, un paio di jeans in una gonna, ecc... Se invece vi trovate davanti ad una maglietta, tagliatene un pezzo e fateci una pezza per spolverare: torna sempre utile!

- preferite le confezioni grandi a quelle piccole: se dovete comprare dei biscotti secchi, a parità di marca scegliete la confezione più grande. Il prezzo al chilo è minore, dunque a fine mese avrete risparmiato un pò di soldi, e avrete anche inquinato meno riducendo gli imballaggi;

- se l'acqua del vostro acquedotto è potabile, perchè comprare quella in bottiglia? Utilizzando quella del rubinetto spenderete di meno e consumerete tonnellate in meno di plastica!

- se devi buttare qualche oggetto, anzichè farlo finire nel secchio rivendilo su ebay o ad un mercatino dell'usato; ci guadagnerai qualche euro!

- hai comprato un prodotto di cosmesi che proprio in ti piace? Regalalo ad un amico, magari a lui può essere buono!

- ai bagni pubblici, asciugati le mani con i phon anzichè con la cartasciugamano.

- quando scrivete o prendete appunti, scrivete sia sul fronte che sul retro del foglio: risparmierete tantissimi fogli!

- avete davvero bisogno di cambiare 2 cellulari all'anno? A meno che per qualche motivo il vostro telefonino non sia distrutto, evitate di comprarne uno nuovo solo per essere alla moda. E' stupido!

- a colazione evitiamo di consumare le classiche merendine, incartate una ad una con confezioni di cellophan. Non è forse meglio, anche qualitativamente, un cornetto fresco, oppure del pane con marmellata o cioccolata, o un toast, o dei biscotti secchi?

- quando andate a fare la spesa, non prendete sempre nuove shopper. Riutilizzate il più possibile quelle che sicuramente avrete in casa: risparmierete 10 centesimi per ogni shopper non comprata: se risparmiate una shopper al giorno, a fine mese avrete risparmiato sui 3 euro, e in un anno 36,50 euro... con i quali potreste comprarvi un sacco di cose. Un esempio? Bè... minimo 3 chili e mezzo di cioccolata!

Avete altre astuzie per consumare meno e meglio?

5 commenti:

  1. Ciao!
    Mi sono imbattuta in questo sito "per caso" e ne sono contenta. Sto spulciando tutti i post. Voglio dare un consiglio che ho sentito a "Cose dell'altro Geo" qualche giorno fa e che reputo geniale nella sua semplicità.
    Se sappiamo che ci cuoceremo della pasta a pranzo, alla mattina possiamo riempire già il tegame di acqua e lasciare che arrivi a temperatura ambiente. Quando arriviamo a casa l'acqua dovrà bollire partendo da una temperatura ambiente e non da rubinetto e questo si traduce in un risparmio di gas e tempo per tutte le volte che lo facciamo.

    Cosa ne dite? Ciao!
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvietta,
      interessante! Sinceramente non avevo mai pensato a questa opportunità; in effetti, soprattutto in inverno, l'acqua corrente è freddissima e il consumo di gas per riscaldarla è superiore!
      Proveremo!

      *Ele*

      Elimina
  2. complimenti, grandi consigli tutti da seguire !

    RispondiElimina
  3. ah, Ele, se fai a meno dei capcha... risparmiamo tutti energia! eheheheh ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Randi!
      mi sa che vanno in automatico... io personalmente LI ODIO!!! :D

      *Ele*

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.