domenica 2 ottobre 2011

OLI ESSENZIALI: ANSIA

RICERCA A CURA DI IRENE BALLOI

ANSIA
L’ansia è uno spiacevole stato di tensione che una persona prova quando tende a
trattenere e a inibire l’azione e le sue reazioni emotive perché è bloccato da paure
o sensi di colpa. Si genera uno stato di agitazione interna di malessere che si
autoalimenta, in assenza di un’adeguata scarica motoria ed emotiva. L’ansia si manifesta anche con disturbi fisici quali senso di soffocamento, chiusura della gola, tensioni muscolari.
Oli essenziali consigliati:


CAMOMILLA
MELISSA
NEROLI
ARANCIO AMARO
INCENSO
SANDALO
CANFORA

La camomilla svolge un’azione tranquillizzante e sedativa e aiuta ad allentare l’eccesso di tensione accumulata.
La melissa ha un effetto riequilibrante.
Il neroli è un olio che può dare una profonda sensazione di calma e benessere.
L’arancio ha
un effetto rincuorante e calmante, dà fiducia e rassicura, scioglie il senso di
costrizione a livello del petto e del plesso solare.
La canfora può essere indicata quando si vuole “scuotere” con un’azione d’urto e sbloccare lo stato di inibizione
che frena l’azione.
L’incenso rende la respirazione più calma e profonda e crea la sensazione di un ambiente energeticamente favorevole.
Il sandalo è un olio tratto da un legno che ha effetto stabilizzante.
1° movimento
Davanti al padiglione auricolare si trova un punto riflesso ad azione antiansia. E’situato immediatamente dietro l’articolazione temporomandibolare, che si può percepire ponendo un dito davanti all’orecchio mentre si apre e si chiude la bocca. Porre una traccia d’olio essenziale scelto tra quelli indicati (con esclusione della Canfora) sulla punta degli indici ed esercitare con gli stessi una pressione controllata sull’area indicata, per qualche secondo.
2° movimento
La stimolazione con i polpastrelli delle dita o con il palmo della mano dell’area del plesso solare, situata al di sotto dello sterno, aiuta a rilasciare le tensioni diaframmatiche, esercitando un’azione antiansia e tranquillizzante e prevenendo gli attacchi di paura. Effettuare un massaggio circolare di quest’area utilizzando 4
gocce di arancio amaro diluite in un cucchiaio d’olio vegetale.
3° movimento
Particolarmente indicato per chi soffre d’ansia è un messaggio profondo dei muscoli della schiena a livello cervicale, delle spalle lombosacrale. Queste zone sono spesso sede di tensioni muscolari dolorose derivanti dall’inibizione dell’espressione di pulsioni aggressive. Il  massaggio si effettua con la persona ricevente distesa in posizione prona, esercitando delle manovre di scivolamento e di impastamento a livello superficiale cutaneo e più profondo, coinvolgendo la muscolatura sottostante. Per la manualità un po’ più energetica di questo massaggio si può utilizzare un mix di oli essenziali comprensivi di canfora, dall’effetto antidolorifico e stimolante (3 gocce di canfora e 3 gocce di un altro fra gli oli essenziali indicati, diluite in un  cucchiaio d’olio
 vegetale).

1 commento:

  1. io lo uso miscelato con oli vegetali per fare dei massaggi antidolorifici quando mi vengono dei dolori muscolari. Di solito la dose è un 10 -15 % di O.E. sul totale del vegetale, nel mio caso mandorle dolci.
    http://www.prodottidibenessere.it/it/oli-essenziali-puri-100/1559-canfora-conv-10-ml-100155.html

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.