venerdì 2 dicembre 2011

INCOMPATIBILITA' DEGLI ELEMENTI

-AHA
NON COMPATIBILE CON:
-Ossido di zinco

- Acido ascorbico/SAP/MAP
NON COMPATIBILE CON:
- Sodio ialuronato 


- Pantenolo
NON COMPATIBILE CON:
- Gel di sodio ialuronato
Il gel si smonta se mescolato direttamente col pantenolo, quindi aggiungerli separatamente nella crema o gel.


- Bicarbonato di sodio
NON COMPATIBILE CON:
- Sostanze acide
Il bicarbonato sviluppa anidride carbonica che fa diventare effervescente il composto e lo riempie di bollicine.


- Detergenti
NON COMPATIBILE CON:
- Oli essenziali
I detergenti si smontano con gli oli essenziali agrumati, se si aggiungono alla fine. Di solito reggono malissimo l'olio essenziale  di menta per via del mentolo, e il sarcosinato regge poco o niente oli/oli essenziali e si smonta con facilità.


- Disodium cocopolyglucose tartrate
NON COMPATIBILE CON:
- Xanthana trasparente
I detergenti addensati con xanthana trasparente si opacizzano.


- Acido tannico
NON COMPATIBILE CON:
- Proteine
Le proteine si denaturano.


- Detergenti
NON COMPATIBILE CON:
- Alcool
Smonta il detergente.

- Balsamo con esterquat
NON COMPATIBILE CON:
- Silicone vegetale di AROMAZONE
Il balsamo cambia texture e diventa spugnoso.


- Allume
NON COMPATIBILE CON:
- Ossido di zinco
Hanno dei PH diversi, allume esige pH acido.


- Allume
NON COMPATIBILE CON:
- Bicarbonato
Hanno dei PH diversi, allume esige pH acido.


- Proteine quaternizzate
NON COMPATIBILE CON:
- Xanthana


- Proteine della seta
NON COMPATIBILE CON:
- Gel di xanthana
(è possibile inserire le proteine solo nella crema, in fase C, ma non in un gel)



- BTMS
NON COMPATIBILE CON:
- Gel di aloe


- Tensioattivi anionici
NON COMPATIBILE CON:
- Condizionanti cationici
Possibile precipitazione di questi ultimi.

-Urea 
NON COMPATIBILE CON:
-Glicerilmonostearato

-Urea 
NON COMPATIBILE CON:
-Dha


CONSIGLI:
-Caprylyl/capryl glucoside: tende a liquefare i detergenti.
-Sodio benzoato + potassio sorbato: massimo a pH 5.
-Urea: massimo a pH 6.
-Ossido di zinco nelle creme: tende ad alzare il pH nel tempo (bisogna usare un chelante per gli ioni zinco).
-UVIOX (estratto acquoso di bucce d’uva rossa): stabile a pH massimo 5.
-Niacinamide in ambiente troppo acido: si decompone ad acido nicotinico.
-SAP (sodio ascorbil fosfato): stabile a ph 6-7.
-Trietil citrato sempre a pH acido.


http://lola.mondoweb.net/

3 commenti:

  1. io non ho mai avuto problemi con xantana e proteine della seta :p

    RispondiElimina
  2. Io metto sempre lo zinco nelle creme,
    uso in combinazione l'acido citrico e non lattico,
    perchè l'acido citrico funziona anche come chelante. Ovviamente non ne metto tantissimo, ne uso 1%. Però mi chiedo: come fanno a stabilizzare l'ossido di zinco nelle creme solfo-saliciniche?? Si annulla a vicenda la basicità e l'acidità dei due componenti?? E nelle creme solari, con il 7% di biossido di titanio e 5% di ossido di zinco??
    Morgana

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.