martedì 4 ottobre 2011

LA CASCATA DEI GRASSI IN UNA CREMA

Tratto dal forum di Lola

Dobbiamo tenere in considerazione 3 aspetti fondamentali:

PERCENTUALE:
Dipende dal tipo di crema (viso/mani/corpo) e dal tipo di pelle al quale è destinata.

Per le creme viso:
15% grassi (per pelli secche)
10% grassi (medie per pelli normali-miste)
5-8% grassi (molto leggere per pelli grasse)
3-4% grassi (praticamente senza grassi)

Per le creme corpo:
10-15% grassi (molto leggere per pelli grasse)
20% grassi (medie per pelli normali)
20-25% grassi (molto idratanti ed emolienti per pelli secche)


SCELTA DEI GRASSI:
La scelta mi dice come si spalmerà. 

Solo cere: crema asciutta.
Solo burri: crema untuosa (più sono morbidi più ungono, quelli medi ungono e si assorbono, quelli leggeri si assorbono e non ungono).
Solo oli leggeri e diffondibili: crema che sembra leggera, che si assorbe subito, ma solo in caso di pelle con tendenza all'untuosità torna fuori con lucido supplementare.
Solo oli pesanti: crema senza dubbio grassa.

L'ideale sarebbe poter mettere almeno un rappresentante per famiglia, in modo che ci sia un continuum tra una consistenza e l'altra. Quindi uno o due olii leggerissimi, uno o due leggeri, uno o due medi, uno o due densi, uno o due burri, una o due cere

DISTRIBUZIONE:
La distribuzione imprime il carattere al prodotto. Cioè se voglio una crema densa e compatta, un latte leggero, ecc. La nostra distribuzione non deve fare a pugni con la percentuale totale, se è una crema a bassa percentuale di grassi la parte del leone la faranno i grassi leggerissimi e di grassi pesanti ne metteremo percentuali minime 0,5% o anche meno), se è ad alta percentuale di grassi abbonderemo in olii pesanti, medi e burri, lasciando più bassi i leggerissimi.

CONSIGLI
Dividere le percentuali equamente il che non è mai sbagliato, oppure dare un certo carattere al prodotto aumentando le percentuali negli olii densi, oppure medi, oppure grassi, oppure nelle cere, va da sè che la classe immediatamente vicina sarà ancora alta in percentuale ma un po' meno, e ci terremo molto bassi con le classi più lontane.

ESEMPI
La scelta del TIPO di grasso dipende solo dal tipo di pelle.

- Se la pelle è secca è giusta una cascata che avrà la maggior parte di oli pesanti e qui non è tanto importante la composizione dell'olio.

- Invece se la pelle è grassa con tendenza acneica è meglio scegliere oli con una densità più bassa e che allo stesso tempo hanno una percentuale bassa di acido oleico.

- Se si aumenta la percentuale di burri e si diminuisce quella degli oli, si otterrà una crema più idratante ed emolliente ma che si asciuga presto, se invece si diminuisce la percentuale di burri e aumentate quella degli oli gli, si otterrà una crema più idratante ed emolliente e la pelle resterà idratata più a lungo. Se si aumentano le cere, infine, al momento dello spalmare, si noterà un'evidente scia bianca e la crema si asciugherà immediatamente, idratando poco la pelle.

- Se si vuole ottenere una crema nutriente ed idratante che si spalma bene senza asciugarsi prima di aver finito in modo da poterla anche massaggiare bene, togliere completamente i burri e mettere solo oli liquidi ed emulsionanti cerosi.

2 commenti:

  1. ragazze ma dove le avete studiate ste cose?i all'univ non le ho fatte...(farmacia)..siete fenomenali...:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Ci documentiamo su forum come "Saicosatispalmi", "La Natura è Bellezza", "Il forum di Lola", oppure studiamo su libri come "Cosmetologia: il cosmetico nel terzo millennio" di Borellini o "Manuale di Cosmetologia" di Proserpio!

      *Ele*

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.