mercoledì 14 dicembre 2011

ATTIVI : VITAMINA C (ACIDO ASCORBICO)

  • ANTI-AGE
  • La vitamina C, nota come acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile ed un potente antiossidante usato in campo cosmetico per la capacità di contrastare gli effetti dell'invecchiamento cutaneo, sia intrinseco che estrinseco. Questa capacità è data dalle spiccate proprietà antiossidanti e fotoprotettive dell'acido ascorbico.
  • La vitamina C è presente sulla cute in quantità molto bassa. Tra le sue innumerevoli funzioni spicca quella di schiarente cutaneo, in virtù della sua attività inibitrice nei confronti della sintesi di tirosina, molecola precorritrice della melanina. Sono inoltre note le sue proprietà anti-infiammatorie, soprattutto nei casi di eritemi da prolungata esposizione al sole.
  • Nel combattere gli effetti dell'invecchiamento, la vitamina C interviene anche ad un altro livello: il rilassamento cutaneo. Infatti, gioca un ruolo chiave nel mantenere la densità ottimale del collagene nel derma: studi biochimici hanno dimostrato che agisce come co-fattore per la lisina e prolina idrossilasi, due enzimi essenziali nella biosintesi del collagene.  L'idrossilazione del collagene permette la formazione e la stabilizzazione della struttura a tripla elica, e del cross-linking del tropocollagene.Un aumento della produzione di collagene si traduce in un miglioramento della qualità della pelle per quanto riguarda l'elasticità ed il tono. Tutti questi usi e potenziali applicazioni sono però fortemente limitati dalla bassa stabilità in presenza di acqua ed ossigeno. Varie sono le strategie perseguite per evitare questa problematica, dall'esclusione di ossigeno mediante l'impiego di imballi impermeabili all'aria, fino all'utilizzo di sistemi di rilascio che proteggono la vitamina C dall'ossigeno, dall'acqua e dagli altri componenti della formulazione cosmetica in cui è contenuta. Ad oggi, l'unica strategia davvero efficace ai fini della stabilizzazione della vitamina C, risulta essere l'utilizzo delle sue forme protette, come l'acido ascorbico-2-glucoside,  l'ascorbil 2-fosfato o l'acido ascorbico 6-palmitato, anche se il loro potenziale antiossidante e la bio-disponibilità a livello cutaneo sono molto inferiori. Ottima sinergia insieme alle vitamine A ed E.
  • 2-5%,Solubile in acqua. Insolubile in olio. PH raccomandato 6,5-7. La vitamina C stabilizzata tende ad alzare il pH. Uso: creme, gel, maschere viso.

2 commenti:

  1. Quindi la si deve sciogliere nella fase A? e non si altera con il calore?

    RispondiElimina
  2. No, la sciogli in fase C, perchè la fase C contiene l'acqua della fase A.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.