mercoledì 14 dicembre 2011

ATTIVI : CERAMIDI VEGETALI

FORTIFICANTE CAPILLARE, EMOLLIENTE, RISTRUTTURANTE DI BARRIERA, ANTI-AGE


Si tratta di molecole di natura lipidica, sintetizzate in laboratorio per uso cosmetico.

Dal punto di vista chimico sono formate da una base sfingoide (sfingosina o fitosfingosina) legata ad un acido grasso tramite legame ammidico.
Le diverse strutture vengono identificate con un numero in base alla loro polarità: la ceramide 1 è la più apolare, mentre la 6 è la più polare.
Le ceramidi si trovano naturalmente nelle membrane cellulari, dove agiscono come intermedi per la sintesi della sfingomielina, il principale fosfolipide di membrana. Inoltre, sono uno dei componenti principali dello strato corneo, dove occupano gli spazi interstiziali tra le cellule cementandole tra loro e contribuendo a mantenere integra la barriera cutanea.  Svolgono un’azione sia idratante che emolliente nei confronti del derma. Fanno parte del gruppo dei “lipidi di barriera”, cioè delle sostanze grasse che hanno il compito di cementare le cellule che compongono lo strato corneo (il più superficiale della pelle) e di proteggere l’epidermide. Le ceramidi, infatti,  “riempiono” lo spazio tra una cellula e l’altra costruendo in questo modo una barriera che impedisce la perdita di idratazione, garantendo elasticità e morbidezza.

Con il trascorrere del tempo, la barriera formata dalla ceramidi si indebolisce e perde spessore. Ecco perchè queste sostanze si usano nei prodotti anti-age per le pelli stressate  o con problemi di invecchiamento precoce in associazione all’acido ialuronico o agli acidi della frutta.

 Le ceramidi dello strato corneo svolgono un ruolo fondamentale nel prevenire la perdita di acqua trans-epidermica, nel mantenere l’idratazione e l’elasticità cutanea, nel prevenire l’ingresso di sostanze dannose. Con l’avanzare dell’età, le ceramidi scompaiono gradualmente dallo strato corneo fino a valori inferiori al 30%, causando una perdita di funzionalità della barriera cutanea.
Le ceramidi possono essere contenute in alte concentrazioni in prodotti di origine sia animale che vegetale, quali cera d'api, lanolina, cera di carnauba, olio di jojoba. Le molecole di origine animale sono state per lo più abbandonate, sostituite da strutture identiche di sintesi o di origine biotecnologica.

Da 1 a 5%
Solubile in acqua
Insolubile in olio
Possibile inclusione in fase C
Uso: creme, shampoo, doccia, gel


http://www.aroma-zone.com/aroma/fiche_actif_ceramides.asp

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.