mercoledì 23 gennaio 2013

ATLANTIDE (Alice T.)

FORMULA COCCOLIVA
Olio extra-vergine di oliva: 200 gr
Olio di cocco: 37.5 gr
Olio di ricino: 12.5 gr
*****************************
Acqua distillata : 75 gr
Soda caustica: 33.75 gr
(Sconto soda 6%)
Al nastro:
- Fragranza Beach leaves 5 ml
- Biossido di titanio un cucchiaino
Dividere in 3 parti:
- Ortica in polvere 1 cucchiaio nella parte chiara
- Poco colorante nella parte celeste
- Più colorante nella parte azzurra
(Colorante verde di Gracefruit)
PROCEDIMENTO
Si inizia disponendo sul tavolo tutti gli ingredienti della ricetta. Poiché viene utilizzata la soda caustica, fortemente irritante, è fondamentale indossare occhiali e guanti per proteggersi. Si procede pesando l'olio, che viene quindi versato in una pentola; poi si mette la soda nell'acqua e si mescola con cautela, mettendo da parte la miscela ottenuta. A questo punto si scalda leggermente l'olio e si controlla, con un termometro da cucina, che sia la soluzione di soda e acqua che l'olio raggiungano i 40 gradi circa. Una volta raggiunta la temperatura si uniscono la soluzione di soda e l'olio e si frulla il tutto con il minipimer. Si attende il nastro (cioè l'avvenuta emulsione tra grassi e soluzione liquido/soda caustica che si rileva quando, sollevando il minipimer con il sapone che cola, si possono fare dei disegni netti sulla superficie del resto del composto), (leggerissimo), e quando lo si raggiunge si aggiunge la fragranza, si divide il sapone in 3 parti e si colora. Si mescola, e si versa tutto nello stampo a strati. Si decora la supercifie e si ricopre il top di glitter. Infine è importante coprire lo stampo con la pellicola da cucina e con una coperta. Il sapone si sforma dopo 24 ore, quindi può essere tagliato, timbrato e ricoperto con carta da forno per la stagionatura, che deve durare almeno 6/8 settimane.

12 commenti:

  1. Davvero bello questo sapone! Ma i timbri te li sei fatti tu?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      no, i timbri sono di AromaZone! Guarda: http://www.aroma-zone.com/aroma/accessoire_fra3.asp#TP_vegetal

      *Ele*

      Elimina
  2. questo sapone è spettacolare Alice! ti sei veramente superata stavolta
    mi piace tantissimo la scelta dei colori
    credo proprio che te lo copierò!
    un bacione
    Alex1966

    RispondiElimina
  3. Ciao Calderone... volevo chiedere se posso usare come colorante , il colorante alimentare .
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia,
      il colorante alimentare non può essere usato :(

      *Ele*

      Elimina
  4. Ciao, ho eseguito il procedimento come descritto ma andando a togliere la coperta dopo 24 h ho visto che la superifice é rimasta liquida, il fondo é più denso. Ho notato che il nastro non mi é venuto, era meno denso delle precedenti volte che ho fatto il sapone. Può anche essere che si é raffreddato troppo nell'operazione di miscelamento e suddivisione dei colori prima di metterlo nello stampo? Mi date cortesemente dei suggerimenti su come recuperarlo? Aspetto altre 24 h? Aggiungo altri ingredienti? Non vorrei proprio buttarlo! Grazie per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabi,
      se la superficie è rimasta liquida anziché solo morbida, purtroppo non c'è niente da fare.
      Non è stato ottenuto il nastro, condizione fondamentale perché la soda venga omogeneamente a contatto con i grassi e quindi avvii il processo di saponificazione uniformemente. Ci sarà comunque la saponificazione, ma con concentrazioni di soda e di grassi in ordine sparso (considerato che i grassi sono più leggeri e vengono a galla, le prime saranno più in basso e le ultime più in alto rispetto allo stampo).
      La temperatura non c'entra!
      Prova ad attendere ancora 24 ore e poi verifica: se non è venuto bene, puoi anche buttarlo, se invece è solidificato, è meglio che tu lo faccia stagionare molto a lungo!

      *Ele*

      Elimina
    2. La consistenza era gelatinosa e la superficie ancora liquida... buttato tutto.
      Grazie ancora !
      Ciao

      Elimina
  5. Ciao! i saponi che fai sono bellissimi! Davvero complimenti :-D
    volevo chiedere dove trovo acido citrico e soda caustica e cosa sono esattamente? :-) perchè vedo che soda caustica c'è sempre nelle formule dei saponi solidi mentre l'acido citico solo a volte.. perchè così?
    Faccio già da tempo tanti tipi di cosmetici e uso solo quello che mi faccio a casa, vorrei cominciare a fare ora anche i saponi solidi che cmq li preferisco ai liquidi.... e dove hai preso questo stampo così grande e di che materile è?
    il massimo che trovo è di silicone 12-13cm x 7cm.... ma lo preferivo proprio così!!! :-) se mi potresti indicare un link per favore.. ;-)
    Grazie mille in anticipo :-)

    RispondiElimina
  6. L'acido citrico lo uso come sequestrante, lo trovi in farmacia è facilmente reperibile, lo stampo è stato costruito su misura! La soda caustica la trovi in ferramenta.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.