martedì 1 gennaio 2013

"LAWANDA" (Gabriella S.)

FORMULA
400 gr. olio d'oliva
100 gr. olio di lavanda
(oleolito home-made in olio extra-vergine d'oliva)
160 gr. olio di palma bio
100 gr. olio di cocco
100 gr. olio di avocado
(50 gr. subito e 50 gr. al nastro)
100 gr. olio di babassu
40 gr.  olio di ricino
************************************
350 gr. Infuso di lavanda concent. 35%
138 gr. Idrossido di sodio (sconto 5%)
15 gr. sodio citrato
10 gr. cloruro di sodio
AL NASTRO:
5 gr grammi mica violetta + 5 gr ossido di zinco, dispersi in due cucchiai di olio caldo
15 gr. di fecola di patate
50 gr. olio avocado (già conteggiato sopra)
50 gocce olio essenziale lavanda
30 gocce olio essenziale ylang ylang
30 gocce olio essenziale benzoino

Metodo a freddo - Nastro medio, ( arriva subito e solidifica rapidamente)
Temperatura di esercizio: 45° entrambe le soluzioni 
Coperto per 12 ore + 24 ore nello stampo - Stagionatura 6/8 settimane

PROCEDIMENTO
1) Si inizia disponendo sul tavolo tutti gli ingredienti della ricetta. Poiché viene utilizzata la soda caustica, fortemente irritante, è fondamentale indossare occhiali e guanti per proteggersi:
2) Profumo la fecola di patate con l’olio essenziale e la fragranza .
3) Preparo l’infuso di lavanda e lascio raffreddare, aggiungo 15 gr. di sodio citrato, mescolo e lascio esaurire la reazione, attendo che sia sciolto tutto benissimo. Aggiungo 10 grammi di sale fino e faccio sciogliere perfettamente. Quando la soluzione torna limpida e senza bollicine, inserisco la quantità di soda caustica calcolata nella ricetta comprensiva dello sconto, mescolo molto bene con il cucchiaio di legno e lascio riposare la soluzione fino a raggiungere i 45° gradi, stabiliti per questa formula.
4) Peso gli oli, fondo l’olio di cocco, l’olio di babassu a parte e li unisco al resto, scaldo fino 45 gradi. Prelevo due cucchiai di grassi in un bicchiere di carta per sciogliere bene i 5 grammi di mica viola e 5 gr. di ossido di zinco, mescolo per bene per togliere i grumi e unisco a tutti i grassi, do un po’ di frullate per farlo disperdere bene. Unisco la soluzione di soda e emulsiono fino al nastro leggero-medio (cioè l'avvenuta emulsione tra grassi e soluzione liquido/soda caustica che si rileva quando, sollevando il minipimer con il sapone che cola, si possono fare dei disegni netti sulla superficie del resto del composto). Aggiungo i 50 gr.di olio di avocado, la fecola profumata e mescolo molto bene con il cucchiaio di legno.
5) Verso nello stampo livellando molto bene, copro con la carta forno e avvolgo in un plaid di lana per 12 ore, scopro e lascio ancora nello stampo per 24 ore in ambiente caldo. Tolgo dallo stampo e lo faccio maturare all'aria in un ambiente asciutto, fresco e al buio . La saponificazione si completa nel giro di un paio di settimane ma la stagionatura ottimale è di 6-8 settimane. Conservo il mio sapone in una scatola di cartone con dei fiori di lavanda secchi.

FORMULA ISPIRATA DA QUI:
http://naturaebellezza.forumfree.it/?t=62974487

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.