giovedì 6 ottobre 2011

GLI UMETTANTI

Gli umettanti sono sostanze igroscopiche e idrosolubili che inseriamo nei nostri cosmetici, con lo scopo di mantenere un giusto grado di umidità, prevenendo l'evaporazione, quindi l'essiccamento della superficie del prodotto.
Gli agenti umettanti, sono impiegati come antidisidratanti per le formulazioni di creme, detergenti, ecc....ma anche per la pelle.
Degli esempi sono la glicerina e il sorbitolo.

La Glicerina è un liquido viscoso, incolore, miscibile con acqua e alcol, solubile in acqua, alcool e acetone in qualunque proporzione, insolubile in etere, cloroformio e oli grassi. La glicerina si ottiene come sottoprodotto nel processo di saponificazione dei grassi o per idrolisi degli stessi: viene dapprima concentrata e subisce il processo di purificazione, con asportazione degli acidi grassi residui e impurezze. La glicerina è fortemente igroscopica, quindi in grado di assorbire l'umidità dell'aria, indipendentemente dal variare delle condizioni di umidità atmosferica. Rappresenta l’umettante più usato in ambito cosmetologico ed è ben tollerata dalla cute. A basse concentrazioni è utile per preservare il prodotto dalla disidratazione, a dosaggi elevati svolge un’ottima attività idratante e plastificante nei confronti dell’epidermide e, se utilizzata in percentuale elevata all’interno del prodotto (oltre il 40%), può esplicare anche un’attività conservante. La glicerina è da ritenere dunque, dal punto di vista tecnologico e dermatologico, una sostanza polifunzionale e sicura. Il limite della glicerina è il tocco appiccicoso, che aumenta proporzionalmente alla concentrazione utilizzata in formula.

- creme mani: dal 10 al 20% tenendo conto del fatto che ad alte percentuali corrisponderà un maggior effetto riparatore della pelle rovinata, ma anche una minore assorbibilità del cosmetico;
- creme corpo: tra il 5 e il 10% tenersi più bassi quando si sa che si deve sudare, tipo in palestra o simili;
- creme viso: tra il 3 e il 5% mantenersi sul 3% nei cosmetici per pelle grassa, sul 5% per pelle secca;
- sieri acquosi viso: tra il 3 e l'8%, tenersi bassi se si è in presenza di pelle grassa, o nella stagione estiva, più alti in inverno, e in presenza di pelle secca.
In fase acquosa.

Il Sorbitolo è un alcol a sei atomi di carbonio appartenente alla categoria dei polioli, quindi funzionalmente assimilabile ai comuni glucidi. Il sorbitolo trova ampio spazio in campo alimentare come dolcificante acariogeno ed ipocalorico; Il sapore è fresco e piacevole, ma cosa ancor più importante è la capacità del sorbitolo di donare consistenza al prodotto, trattenendo l'umidità e migliorandone la conservazione (inibisce lo sviluppo di lieviti, muffe ed altri microrganismi).

Il sorbitolo è anche un ingrediente comune di dentifrici, collutori e di alcuni cosmetici, a cui conferisce un aspetto morbido e pastoso. Come eccipiente, trova inoltre spazio nell'industria farmaceutica per le già citate proprietà igroscopiche e dolcificanti.

http://www.my-personaltrainer.it/cosmetici/umettanti.html
http://www.aroma-zone.com/aroma/Fiche_glycerine.asp

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.