sabato 27 ottobre 2012

ACIDO CITRICO E PULIZIE IN GENERALE



L'acido citrico è una polvere bianca, fatta di micro-cristalli, “acido debole” che si trova naturalmente negli agrumi e viene usato come additivo alimentare indicato con la sigla E330.
Si trova in molti prodotti come: marmellate, passate di pomodoro, succhi di frutta e altre bevande, può essere mescolato ad altre sostanze per produrre  bombe da bagno, ecc.
Per sapere se sia presente in un prodotto, basta guardare gli ingredienti alla voce: correttore di acidità.
Gli usi dell’acido citrico sono davvero molti e sorprendenti, ad esempio può essere impiegato come sostituto di alcuni prodotti per la pulizia e per l’igiene della casa e delle persone, migliorando l’impatto ambientale e dando la possibilità di rinunciare all’uso di prodotti potenzialmente dannosi per la nostra salute.
Si può acquistare nei negozi che vendono prodotti biologici oppure nelle enoteche, nei consorzi agrari, nelle farmacie, dove c’è la possibilità di accedere a confezioni più convenienti come quantità/prezzo.
L’acido citrico è un ottimo anti-calcare naturale perché, oltre alla funzione principale di sciogliere il carbonato di calcio (cioè il calcare), è inodore, non lascia residui e non irrita la pelle al contatto.
È efficace per togliere il calcare a pentole, bicchieri, bottiglie, pulire da incrostazioni di calcare la macchina del caffè espresso, e può essere utilizzato su tutte le superfici della cucina e del bagno ad eccezione di quelle in marmo (perché il marmo è calcare!).
Un ulteriore vantaggio nell’uso dell’acido citrico come anti-calcare è l’eco-compatibilità, infatti inquina infinitamente meno dei prodotti chimici tradizionali, rispetto ai quali deve essere lasciato “in posa” per più tempo.
È anche meglio dell’aceto in quanto inquina meno, ne occorre meno ed è meno aggressivo sui metalli.


Fonti: Sara Alberghini (cacaonline.it) e Fabrizio Zago (biodizionario.it)


3 commenti:

  1. Noi in casa usiamo l'acido citrico per tutto ! Come DISINCROSTANTE PER LAVATRICE, BRILLANTANTE PER LAVASTOVIGLIE, ANTICALCARE PER SUPERFICI LAVABILI, AMMORBIDENTE PER LAVATRICE e DISINCROSTANTE PER MACCHINE DA CAFFE' E FERRO DA STIRO!
    grazie limone !

    RispondiElimina
  2. Buongiorno, l'acido citrico di cui parlate ha la sigla E 330, ma l'acido citrico con sigla E331 cos'è e a che cosa serve? Grazie Rori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rori!

      L'acido citrico (E 330) è un acido organico tri-carbossilico che si ottiene per estrazione dagli agrumi o per fermentazione di soluzioni zuccherine. E' comunemente usato in cosmesi per le sue proprietà chelanti ed esfolianti, oltre che per regolare il pH; come sostituto dei prodotti per le pulizie e nel settore alimentare per acidificare cibi e bevande.

      Il Citrato di Sodio (E 331) è il sale di sodio dell'acido citrico, prodotto dall'organismo, ed abbonda soprattutto negli agrumi e un po' in tutta la frutta, in particolare in kiwi e fragole.
      Viene utilizzato come additivo correttore di acidità nei cibi o come antiacido ed antinausea (insieme al potassio citrato è l'ingrediente attivo del BIOCHETASI).

      (Informazioni tratte dal sito www.my-personaltrainer.it)

      *Ele*

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.