mercoledì 10 ottobre 2012

COME SI FORMULA UNA CREMA COMPLESSA



Dopo aver studiato il capitolo delle emulsioni, passiamo alla formulazione di una crema, olio in acqua (O/A), emulsionata a caldo. Una crema è un'emulsione tra grasso e acqua, uniti insieme da un'emulsionante.

INGREDIENTI OBBLIGATORI :
Acqua
Grassi
 Emulsionante
Conservante

SUDDIVISIONE DELLE FASI:
- La formula viene scritta per 100 gr. e viene divisa in 3 fasi principali, A, B e C. 
- La fase A, è la fase acquosa, di solito viene gelificata, comprende acqua distillata o infuso, gelificante, glicerina e gli attivi che devono essere scaldati per poter essere incorporati.
- La fase B, è la fase grassa, comprende i burri, gli oli, le cere, l'emulsionante e co-emulsionante.
- La fase C, è la fase dove metteremo il conservante, gli agenti tamponi (acido lattico o soda) gli oli e gli attivi termolabili, le fragranze, gli oli essenziali, cioè quelli che si rovinano col calore, pantenolo, proteine, ecc., 
- Le fasi A e B, saranno scaldate a bagnomaria. 
- Raggiunti i 75° gradi circa, si versa la fase grassa in quella acquosa, non tutta insieme, ma poca per volta. - Con un frullatore a immersione, dare colpi brevi fino a far sbiancare il tutto e formare l'emulsione, evitando la formazione di bolle che si potrebbe creare. Tenere ben attaccato al fondo il frullatore.
- Una volta formata l'emulsione, continuare con un cucchiaino, far raffreddare la crema, e aggiungere la fase C. A questo punto, prendere di nuovo il frullatore a immersione, e dare l'ultimo colpo finale per sbiancare ulteriormente la crema, e addensarla.

I GRASSI:
I grassi, vanno messi in base al tipo di crema che stiamo formulando:
Creme viso: 
Creme oil free  3-4%
Creme molto leggere per pelli grasse 5-8%
Creme medie 10% 
Creme per pelli secche 15% 
Creme corpo: 
Creme molto leggere 10-15% 
Creme medie 20% 
Creme molto emollienti 20-25%

GLI EMULSIONANTI:
Gli emulsionanti, si possono usare a percentuale bassa (1-2%) o molto alta (fino all'8-10%). Di norma (con eccezioni) gli emulsionanti che si usano a piccola percentuale sono potenti e non addensano, quelli che si usano a maggior percentuale sono meno potenti ed addensano grazie al loro contenuto in cere. 
Se vogliamo creme leggere useremo emulsionanti che si usano a piccola percentuale. 
Se vogliamo creme più pesanti e nutrienti useremo quelli che si usano a percentuale maggiore. 
Quindi possiamo usare tantissimi o pochissimi grassi, in base alla crema che stiamo formulando, perciò doseremo l'emulsionante alla sua percentuale d'uso.
Se facciamo una crema oltre il 20% di grassi, aumenteremo l'emulsionante, per essere sicuri che la fase lipidica venga retta (esempio: il sesquistearato che di norma si usa al 3% si metterà al 4%).
Se faremo una crema leggera, sotto il 6% di grassi, possiamo diminuire l'emulsionante ma solo se la formula sarà densa; se è liquida rischiamo la separazione. Questo perchè in una crema anche l'addensante della fase acquosa concorre alla stabilità, in un fluido se l'emulsionante non è tosto si rischia che le micelle di grasso si riaggreghino e inizino a galleggiare.
Teniamo sempre presente che grassi non vanno messi a caso in una formula. In ogni composizione saranno presenti olii più leggeri e più pesanti, burri, e cere con un "effetto cascata" per migliorare la spalmabilità e la gradevolezza.

LA FORMULA "TIPO"
Adesso calcoliamo in linea di massima, le dosi degli ingredienti.
Il peso totale della crema è 100, quindi sottraiamo, il peso di tutti gli altri ingredienti, e avremo calcolato il peso dell'acqua.
FASE A
- Acqua 
(100 gr a cui sottraiamo il resto degli ingredienti, escluse le fragranze, gli oli essenziali e la correzione del ph)
- Gelificante (min 0,2%, max 0,5%)
- Glicerina (min 3%, max 10%)
FASE B
- Grassi (min 3%, max 30%)
- Emulsionanti (vedi scheda tecnica)
FASE C
- Conservante (vedi scheda tecnica)
- Attivi (min 1%, max 25%)

4 commenti:

  1. care alchimiste, vi seguo con ammirazione :) io sono essenzialmente una "saponificatrice", ho inziato un paio di anni fa e poi affascinata ho provato a fare cose molto semplici come balsami per le labbra, oli solidi, cold cream per le mani, oleoliti... mi sa che per trovare il tempo di padroneggiare cose più complesse ci metteròparecchio, intanto vi leggo quando ho tempo e "digerisco"... una domanda, ho cominciato anch'io a comprare da aromazone e ho visto i loro cofanetti cosmetici pre-confezionati, che usano per creme varie davvero pochi ingredienti: un olietto, un attivo, un emulsionante (che nn ricordo come si chiama, il cosgard per conservare... qui ho letto di cascate di grassi e mille altre cose. che ne pensate? sono troppo semplici per essere efficaci?
    alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aleali,
      è chiaro che una crema semplice, senza attivi particolari, avrà la peculiarità di nutrire ed idratare, il che non è poco! Ovviamente, per problematiche specifiche, bisogna utilizzare attivi ed oli essenziali ad hoc!

      *Ele*

      Elimina
  2. *_* Ragazze, ma in base a cosa decido che percentuale di grassi mettere? Cioè sostanzialmente cosa cambia se ne metto di più o di meno?

    RispondiElimina
  3. Se metti più grassi sarà più nutriente adatta a pelle secca.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.