venerdì 22 marzo 2013

VARI TIPI DI EMULSIONANTI

EMULSIONANTI E CO-EMULSIONANTI A CALDO

CETEARYL ALCOHOL (ALCOL CETILSTEARILICO) 
CO-EMULSIONANTE, FATTORE DI CONSISTENZA LIPOFILO, EMOLLIENTE ACQUA IN OLIO/OLIO IN ACQUA HLB 4.7
Consistenza cerosa, più untuoso, meno facile a spezzarsi dell'alcool cetilico; ha un tocco leggermente più grasso. Trova impiego come co-emulsionante soprattutto nei prodotti per capelli.
Conferisce viscosità al prodotto senza appesantirlo e ne migliora la scorrevolezza e la stendibilità sulla pelle.
La sua consistenza cerosa aiuta a rendere più asciutta la texture di emulsioni caratterizzate da un’elevata percentuale di fase oleosa.
DOSAGGIO: In emulsioni fluide si utilizza in percentuali basse 1-2%. In emulsioni più viscose si può arrivare anche al 5%, da introdurre fase oleosa a caldo insieme all'emulsionante primario scelto.
Non va rancido.
Lozioni: 0,5%.
Creme per la pelle grassa: 1-1,5%.
Creme per la pelle normale: 1,5-2%.
Creme per la pelle secca: 2-3%.
Emulsionante creme vegetali e Base: fino al 2%.
Per stabilizzare balsami per capelli: 1 - 3%.

CETEARYL ALCOHOL AND CETEARYL GLUCOSIDE 
(Nome commerciale : MONTANOV 68) HLB 10
EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
Emulsiona anche in presenza di soli oli
DOSAGGIO: 5-6% in fase oleosa a caldo.
Sufficiente da solo, si può abbinare in fase A (acquosa) un addensante per rendere ancora più ferma l'emulsione.
La sua composizione permette di utilizzarlo da solo perchè contiene un emulsionante lipofilo ( alcohol cetilstearilico) e uno idrofilo cetaryl glucoside, quindi non è necessario usare altro.
Supporta una percentuale di grassi del 25-30%. Ha un unico difetto, come L'olivem1000, crea "scia bianca"
Per una crema molto bianca e densa si può utilizzare anche in questo modo : Montanov al 2,5% e Metilglucosio sequistearato all'1,5% con una percentuale di grassi al 15%. In questo modo fa meno scia.

CETEARYL ALCOHOL AND POLYSORBATE 60
(Nome commerciale: CERA EMULSIONANTE NR.1, POLAWAX) HLB 4,5-4,7 HLB 14,9
AUTO-EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
Permette emulsioni stabili senza la necessità di co-emulsionante o stabilizzante.
DOSAGGIO : da 2 a 10% da introdurre fase oleosa a caldo.
Da solo, alla dose di 6 al 10%
In combinazione con un co-emulsionante, esempio alcool cetilico, per addensare e arricchire la trama, con lecitina di soia, per texture ricche, ma più fluide, morbide e setose al tatto, molto emollienti.

CETEARYL OLIVATE, SORBITAN OLIVATE 
(Nome commerciale: OLIVEM 1000) HLB 8-9
AUTO-EMULSIONANTE, OLIO IN ACQUA
Permette emulsioni stabili senza la necessità di co-emulsionante o stabilizzante.
DOSAGGIO : 5-10% da introdurre fase oleosa a caldo.
A basse dosi (2-5%), in associazione con un co-emulsionante o con l'aggiunta di un agente gelificante (0,2-0,3%) in fase acquosa.

CETEARYL WHEAT STRAW GLYCOSIDES CETEARYL ALCOHOL
( Nome commerciale: CERA EMULSIONANTE NR. 2) HLB 10,5
AUTO-EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
DOSAGGIO: da 2 a 6%  da introdurre fase oleosa a caldo.
In combinazione con un coemulsionante, come l'alcol cetilico ecc. o con lecitina di soia per texture ricche, ma piuttosto fluide, morbide e setose al tatto. Può anche essere utilizzato nei prodotti anidri come unguenti o come co-emulsionante in creme o lozioni.

CETYL ALCOHOL (ALCOOL CETILICO) 
CO-EMULSIONANTE LIPOFILO/FATTORE DI CONSISTENZA HLB 5
Co-emulsionante lipofilo ed addensante (secondariamente).
Si usa in accoppiata con emulsionanti idrofili.
Trova impiego come coemulsionante, soprattutto nei prodotti per capelli (balsami).
La sua consistenza cerosa aiuta rendere più asciutta la texture di emulsioni caratterizzate da un’elevata percentuale di fase oleosa.
DOSAGGIO: In emulsioni fluide si utilizza in percentuali basse 1-2%, in emulsioni più viscose si può arrivare anche al 5% da introdurre fase oleosa a caldo.

CETYL PALMITATE (CETIL PALMITATO)
FATTORE DI CONSISTENZA LIPOFILO/EMOLLIENTE HLB 9
Si caratterizza per il tocco asciutto e per la capacità di migliorare la texture e la stabilità delle emulsioni.
DOSAGGIO: da 1 a 5% da introdurre in fase oleosa a caldo insieme all'emulsionante.
In dose bassa, non fa la classica scia bianca nella crema (naturalmente dipende dalla percentuale d'uso e dalla formula) ed è abbinabile a qualsiasi emulsionante.
Si usa in particolar modo per dare consistenza all'1%. Superando tale soglia si formerà una scia bianca nel prodotto finito. Se però si intende formulare una crema struccante, l'effetto scia bianca è utile (esteticamente). Non secca quanto il cetilico ed ha un tocco più morbido.
Per sostituire il cetyl palmitato si può mettere l'alcol cetilico.
Il cetilico è un fattore di consistenza lipofilo, ma lo è anche il cetilstearilico. Quindi si possono inserire entrambi nella formulazione, ed avere la consistenza (più o meno) del cetil palmitato. Oppure, si può mettere la cera bellina al posto del cetil palmitato.
La consistenza finale del prodotto si vede dopo 2-3 giorni (anche di più).

GLICERIL MONOSTEARATO SE 
FATTORE DI CONSISTENZA LIPOFILO, AUTO-EMULSIONANTE, OLIO IN ACQUA/ACQUA IN OLIO HLB 4.5
Considerato un emulsionante da a/o. Abbinandoci qualcosa ad hb più alto si possono fare delle o/a.
Ha la prima parte molto piccola rispetto alla seconda per cui è un emulsionante lipofilo, cioè adatto per una emulsione in cui l'acqua è dispersa in goccioline entro la fase lipidica grassa.
Viceversa, se lo si usa in emulsioni in cui la fase esterna (quella che disperde le goccioline) è l'acqua, allora è usato come emulsionante di contrasto ad uno che ha la parte affine all'acqua molto maggiore rispetto a lui.
DOSAGGIO: 1 a 10% in base alla consistenza che si vuole ottenere, con percentuali basse avremo creme più fluide, con percentuali alte creme più dense, da introdurre fase oleosa a caldo.
Il prodotto può essere utilizzato in accoppiata con un'emulsionante maggiormente idrofilo (con elevati valori di HLB) per ottenere un HLB maggiore.
Creme: 5 gr glicerilmonostearato, 2 gr cetyl palmitato, o cetilico.
Lozioni: 2/3 gr glicerilmonostearato, 2 gr cetyl palmitato, o cetilico.
Il Glycerylmonostearato è incompatibile con l'urea, l'ossido di zinco e biossido di titanio.
L'allantoina deve essere usata al massimo allo 0,5%.

GLYCERYL STEARATE 
(Nome commerciale: VE) HLB 3.8.
CO-EMULSIONANTE LIPOFILO OLIO IN ACQUA
Questo coemulsionante si utilizza in combinazione con altri coemulsionanti (sodium stearoyl lactylate, alcol cetilico, ecc.) per ottenere una vasta gamma di texture, variando la quantità relativa di questi due co-emulsionanti.
Viene impiegato come emulsionante, emolliente, stabilizzante e fattore di consistenza.
DOSAGGIO: da 1 a 5%  da introdurre in fase oleosa a caldo, in combinazione con l'emulsionante idrofilo da introdurre in fase acquosa.
È anche usato come addensante con altri emulsionanti (Olivem1000, cere emulsionante nr.1 e nr.2 ecc.).
Lozioni: 1-1,5%.
Creme per la pelle grassa: 1,5-2%.
Creme per la pelle normale: 2-2,5%.
Creme per la pelle secca: 2,5-3%.

GLYCERYL STEARATE, GLYCERYL STEARATE CITRATE 
(Nome commerciale: LAMECREME HT) HLB 3.8 HLB 12
AUTO-EMULSIONANTE, OLIO IN ACQUA/ACQUA IN OLIO
Particolarmente adatto per creme notte e creme un po' più grasse.
E' più stabile ad un ph più basico.
DOSAGGIO: 5 a 10% in fase oleosa a caldo.
Permette emulsioni stabili senza la necessità di co-emulsionante o stabilizzante.
Per una crema più densa si può accoppiare ad altri emulsionanti :
5% di Lamecreme + 3% di cetyl palmitato e 1% di cetilico.

GLYCERYL STEARATE, POTASSIUM STEARATE
(Nome commerciale: CERA EMULSIONANTE NR. 3)
AUTO-EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
Permette emulsioni stabili senza la necessità di co-emulsionante o stabilizzante.
DOSAGGIO : 3-8% da introdurre fase oleosa a caldo.
In combinazione con un co-emulsionante:  5 gr glyceryl stearate, potassium stearate, 2 gr cetyl palmitato, o cetilico.
Questa cera emulsionante è incompatibile con l'acido citrico, quindi per modificare il ph delle preparazioni è assolutamente necessario utilizzare l'acido lattico.

HYDROGENATED PALM GLYCERIDE 
(Nome Commerciale: TEGOMULS HT)
EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
E' particolarmente adatto per le creme per il viso per pelle grassa. Con addensanti adeguati, come il burro di karitè, si possono anche fare creme molto protettive per la notte.
DOSAGGIO: da 2 al 15% da introdurre in fase oleosa a caldo.
Emulsioni stabili a ph 7. Non adatto ad ambiente acido (ad esempio associato ad aloe vera).

METHYLGLUCOSIO DISTEARATE 
(Nome commerciale: TEGO® CARE 450)
EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
DOSAGGIO:
Dal 2 al 3% per le lozioni, fase oleosa (a caldo) dal 15 al 25%.
Al 3% per le creme, fase oleosa (a caldo) del 20-40%.
Di solito, l'aggiunta di alcole cetilico o stearilico non è necessaria.

METHYLGLUCOSIO SESQUISTEARATE
(Nome commerciale: EMULSAN II HT, TEGO CARE PS, CG MGS) HLB 6.6
EMULSIONANTE IDROFILO ACQUA IN OLIO/OLIO IN ACQUA
Si utilizza per emulsioni acqua in olio, che contengono più acqua del grasso. Pertanto, è adatto anche per creme per il viso. Si può usare anche olio in acqua se l'olio è maggiore.
DOSAGGIO: 2% al 4% per le creme e dal 2% al 3% per le lozioni, da introdurre in fase oleosa a caldo.
Si usa in coppia con un coemulsionante, l'alcol cetilico al 2%.
La percentuale ideale per una buona crema è: cetilico al 2%, metilglucosio al 3%.
Per una crema più densa si può alzare il cetilico al 3%, ma c'è poi il rischio della scia bianca.
E' consigliabile addensare molto bene la fase acquosa piuttosto che alzare il cetilico.

POTASSIUM LAUROYL WHEAT AMINOACIDS, PALM GLYCERIDES, CAPRYLOYL GLYCINE 
(Nome commerciale: NANOCREAM)
EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
Emulsionante specifico per emulsioni fluide.
DOSAGGIO: da 2 a 10% a seconda della fase lipidica nell'emulsione.
Richiede basse temperature durante il metodo di lavorazione. Pesare Nanocream a temperatura ambiente, aggiungere la fase oleosa ( oli, esteri e ingredienti liposolubili) e miscelare con un cucchiaio per 10-12 minuti incorporando tutti i componenti. Scaldare fino ad ottenere una fase omogenea e limpida. Scaldare un terzo della fase acquosa e la fase oleosa+nanocream alla stessa temperatura. Aggiungere molto lentamente piccoli quantitativi di acqua nella fase oleosa fino all'ottenimento di un gel viscoso. Miscelare ancora per 5 minuti. Aggiungere gli attivi idrosolubili alla restante fase acquosa, solubilizzando gli altri componenti ( additivi, reologici, preservanti, umettanti) fino a completa dissoluzione. Aggiungere la rimanente fase acquosa e agitare per 5-6 minuti, fare attenzione che la temperatura sia la stessa fra le due fasi.

POTASSIUM OLIVOYL HYDROLYZED WHEAT PROTEIN, CETEARYL ALCOHOL, GLYCERYL OLEATE, GLYCERYL STEARATE, POTASSIUM HYDROXIDE 
(Nome commerciale: OLIVE DOUCEUR)
AUTO-EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
Permette emulsioni stabili senza la necessità di co-emulsionante.
DOSAGGIO: da 3 a 5% per emulsioni fluide, da 5 a 10% per creme più dense, da inserire in fase oleosa a caldo.
DOSAGGIO : da 5 a 10% (peso totale della preparazione) di introdurre fase oleosa.
E 'possibile ottenere emulsioni più fluide con il 3-5%, insieme ad uno stabilizzante (ad esempio 0,3% di gomma xantano in fase acquosa).
In combinazione con un co-emulsionante lecitina di soia, più emolliente.

POTASSIUM PALMITOYL HYDROLYZED OAT PROTEIN, BEHENYL ALCOHOL, PALM GLYCERIDES, SODIUM STEAROYL GLUTAMATE, SUCROSE PALMITATE 
(Nome commerciale: HITECREAM 3000)
EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA

Ha il vantaggio di essere facile da formulare e da maneggiare, e di non richiedere la presenza di co-emulsionanti per ottenere una consistenza cremosa.

Indicato per emulsioni fluide, da impiegare come base make-up, creme gel per gambe pesanti, creme giorno contenenti vitamine, formulazioni solari e dopo sole.
DOSAGGIO: dal 2.5 al 10% a seconda del tipo di emulsione.
Con il 12% di grassi e 7,5% di emulsionante la crema risulta stabile, piacevole al tatto durante l'applicazione e dotata di tocco vellutato, asciutto e setoso, dona senso di freschezza e ha ottima spalmabilità.

POTASSIUM PALMYTOYL HYDROLYZED WHEAT PROTEIN, GLYCERYL STEARATE, CETEARYL ALCHOL
(Nome Commerciale: PHYTOCREAM 2000)
EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
Compatibile con tutte le sostanze abitualmente usate in cosmesi, incompatibile con quelle cationiche.
DOSAGGIO: Dal 4 al 10% a seconda del tipo di emulsione, da inserire in fase oleosa a caldo.
Se usato a dosaggi inferiori si consiglia l'abbinamento ad un co-emulsionante.
Non superare i 60°C per evitare il deterioramento delle proteine del grano.

SODIUM STEAROYL LACTYLATE 
(Nome commerciale: MF) HLB di 14,4
CO-EMULSIONANTE/TENSIOATTIVO OLIO IN ACQUA
DOSAGGIO: da 1,5 a 3% in fase acquosa a caldo.
Si utilizza in associazione ad addensanti lipofili come cetyl alcohol, cetearyl alcohol (2,0-3,0%),  glyceril stearate (1,5-2,5%), myristyl myristate (2,0-2,8%) (questi in fase oleosa). Possibili creme e lozioni con AHA (acidi di frutta).
E’un buon tensioattivo dotato di discrete proprietà schiumogene, specialmente se utilizzato in associazione al decyl glucoside. Come tensioattivo è utilizzato in concentrazioni comprese tra il 10 e il 30%.
Attenzione : il MF emulsionante può causare reazioni allergiche ed è essenziale effettuare un test nel gomito nei preparati che lo contengono, attendere 24 ore (in teoria 48 ore) per osservare una reazione.
Non utilizzare con le proteine cationiche (guar).

SORBITAN OLIVATE 
(Nome commerciale: OLIVE PROTECTION, OLIVEM 900) HLB 4,3
EMULSIONANTE ACQUA IN OLIO
Si utilizza come emulsionante primario in emulsioni A/O.
Adatto a cold cream, creme per neonati, e la cura per la pelle reattiva, aree fragili e secche. Le texture sono ricche e cremose, favoriscono il massaggio, lasciando un film protettivo sulla pelle.
Formazione di emulsioni ricche di olio (50-70%).
DOSAGGIO : da 5 a 10% da introdurre in fase oleosa a caldo.
E' possibile stabilizzare le emulsioni con l'aggiunta di cera (2-5%, come la cera di riso) o alcool cetilico in fase oleosa.
La texture si addenserà leggermente in h 24 dopo la preparazione.
Ha proprietà disperdenti di polveri e pigmenti.


STEARIC ACID (ACIDO STEARICO)
FATTORE DI CONSISTENZA/EMOLLIENTE ACQUA IN OLIO/OLIO IN ACQUA HLB 5.5
Viene utilizzato principalmente come fattore di consistenza, dove conferisce viscosità al prodotto senza appesantirlo e ne migliora la scorrevolezza e la stendibilità sulla pelle.
La sua consistenza cerosa aiuta a rendere più asciutta la texture di formulazioni caratterizzate da un’elevata percentuale di fase oleosa.
Si inserisce a caldo nella fase grassa dell'emulsione.
Indicato per latte detergente (2,3%), stick (10/20%), saponi (15 gr circa su 500 grammi di olio) candele (15/20%).


EMULSIONANTI E CO-EMULSIONANTI A FREDDO

CAPRYLYL/CAPRYL GLUCOSIDE 
EMULSIONANTE IDROFILO PRIMARIO OLIO IN ACQUA
Può essere utilizzato come co-tensioattivo/solubilizzante/emulsionante.
E' un solubilizzante prima che un tensioattivo.
DOSAGGIO:  dal 5% al 10% in fase oleosa.
Si associa con alcol cetilico, steroli, glicerilstearato emulsionato a caldo.
Funge anche da emulsionante a freddo, (esempio, latte corpo: ewocream 0,5 gr + caprylyl capryl glucoside 2 gr).

GLYCERIN, PRUNUS AMYGDALUS DULCIS OIL, SUCROSE LAURATE, CITRUS AURANTIUM DULCIS FRUIT WATER 
(Nome commerciale: GELISUCRE, COLD EMULSIFIER)
EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
Emulsionante usato a freddo, (ma può essere usato anche a caldo) che lo rende ideale per gli hydrosols e oli fragili. Fornisce trame come latti  fluidi a spruzzo. Si tratta di un emulsionante molto delicato, soprattutto ben tollerato dalla pelle sensibile, conferisce inoltre proprietà idratanti. Inoltre, può essere utilizzato come solubilizzante di oli essenziali, ad esempio per fare oli da bagno.
DOSAGGIO:
5-6% gel oleoso.
6 a 10% nelle emulsioni.
20 a 60% gel oleosi.
90 a 99% per gli oli da bagno.
Da sciogliere a freddo in fase oleosa.
Si usa da solo per fare gel oleosi o come solubilizzante per  oli essenziali, in combinazione con un agente gelificante come la gomma xanthan (0,2-0,5%) in fase acquosa, stabilizza le emulsioni.
E' possibile associare a co-emulsionanti/agenti di texture esempio l'alcool cetilico, ecc.  Sarà Per rendere queste emulsioni è necessario sciogliere il co-emulsionante in fase oleosa a caldo. L'aggiunta di gomma xantano (circa il 0,3%) nella fase acquosa è sempre consigliata.
Per texture più spesse, è possibile aumentare la percentuale di xantano (fino al 0,5-1%), ma la texture  ottenuta sarà sgradevole. In generale, l'emulsionante utilizzato Gélisucre è più adatto alla produzione di texture fluida.
Non sopporta pH estremi, quindi da usare con pH compreso tra 4,5 e 8.
Evitare di utilizzare grandi quantità di acidi attività (AHA, per esempio).
Nota: non aggiungere glicerina nella formula perché il Gélisucre emulsionante contiene già più del 50%.

LECITINA DI SOYA
EMULSIONANTE/CO-EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA/ACQUA IN OLIO HLB 4
La Lecithin viene utilizzata nella forma completamente disidratata, sotto forma di polvere facilmente dispersibile in acqua, a freddo o a caldo, in acqua o in olio.  E' un emulsionante molto ben tollerato dalla pelle sensibile, soprattutto secca e disidratata, ha buone proprietà idratanti, riduce la desquamazione ed aiuta a ripristinare l’elasticità cutanea. Adatta per la pelle atopica , eczema o psoriasi
Incorporata nella emulsione, aumenterà la stabilità, pur mantenendo una struttura più fluida, setosa al tatto.
DOSAGGIO: da 3 a 5% da introdurre in fase oleosa. Può essere sciolta in acqua calda o fredda.
Emulsioni a freddo : aggiungere la lecitina di soia in fase oleosa e mescolare bene per sciogliere, stabilizzare con una gomma (0,3% guar o xanthan) in fase acquosa; è difficile stabilizzare una emulsione di lecitina di soia, da sola.
Come co-emulsionante, stabilizza le emulsioni in combinazione con un altro emulsionante  (max 3% lecitina).
Emulsioni a caldo: aggiungere la lecitina di soia in fase oleosa e procedere con l'emulsione secondo la procedura consigliata per l'emulsionante primario utilizzato.
E' meglio evitare di scaldare troppo la lecitina di soia, perché, come un olio vegetale, può essere soggetto ad ossidazione. In associazione con olivem 1000, diminuisce la scia bianca.

POLYGLYCERYL-3 SORBITYL LINSEEDATE 
(Nome commerciale: EWOCREAM)
EMULSIONANTE LIPOFILO ACQUA IN OLIO
DOSAGGIO: 2-5%
Fluido e versatile, utile anche per lavorazioni a freddo.
Emulsioni particolarmente stabili con 3% di ewocream e 15% di oli.
Può essere usato da solo con percentuali di fase lipo dal 15 al 25% in creme A/O.
Per emulsioni O/A si associa  spesso con pge-10 laurato o pg-4 caprato o caprylyl capryl glucoside
(Esempio, latte corpo: ewocream 0,5 gr + caprylyl capryl glucoside 2 gr).

POLIGLICERILE10-LAURATO
SOLUBILIZZANTE/TENSIOATTIVO/EMULSIONANTE IDROFILO OLIO IN ACQUA
Serve per disperdere oli essenziali e attivi oleosi in acqua, è un leggero tensioattivo infatti se si agita fa schiuma. Per quanto riguarda le percentuali si usa in media al quadruplo dell'olio da solubilizzare quindi 4 g per solubilizzare 1 g di olio.
E' usato nelle preparazioni acquose per disperdere oli essenziali o nutrienti a base oleosa lasciando intatta la trasparenza, quindi tonici, acque struccanti, emulsioni dopobarba, può disperdere degli oli essenziali in un deodorante liquido, o un profumo leggerissimo a base acquosa.
Per emulsioni O/A si associa  spesso con ewocream, o al 3% in accoppiata con pge3 oleate (rapporto 2 a 1).

SUCROSE STEARATE 
(Nome commerciale: ESTER DE SUCRE, TEGO SOFT PSE 141 G)HLB 6
AUTO-EMULSIONANTE OLIO IN ACQUA
Emulsionante usato a freddo, (può essere usato anche a caldo 40° C) che lo rende ideale per gli hydrosols e oli fragili. Molto ben tollerato dalla pelle sensibile.
Emulsioni piuttosto fluide, si può aggiungere sia in fase oleosa che acquosa, ma è raccomandato in fase lipo.
Per ottenere una emulsione a bassa temperatura:
Disperdere in fase oleosa a 40° C, mescolando continuamente per evitare grumi.
Per produrre emulsioni a caldo ( in combinazione con un co-emulsionante):
Disperdere in fase oleosa a 60-70 ° C, il gel diventa liquido e assume la forma di una crema.
DOSAGGIO : da 3 a 20% nella fase oleosa a freddo. In genere si raccomanda:
20% in combinazione con gelificante a temperatura fredda o bassa.
10% in combinazione con un co-emulsionante.
15% in combinazione con un gelificante in acqua calda.
per esempio usare in fase acquosa al 2% abbinato all'1% di cetearyl glucoside, con una fase lipo di 10-12%

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.